I.N.O.S.S.I.D.Abili

Come nasce questa idea

I.N.O.S.S.I.D.Abili è un progetto nato dalla penna di Attilio Marangon (scrittore e sceneggiatore) e dalla matita di Eva Pollio (pittrice). Fin dal primo momento Lina Piccione (Presidente dell’Associazione Polyan) si è innamorata di queste “storielle” dedicate agli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado, ha intuito che questo era il modo per favorire l’integrazione tra ragazzi normodotati e diversamente abili.

I.N.O.S.S.I.D.Abili è composto da otto brevi storie scritte in versi che hanno come protagonisti proprio loro: i diversamente abili e la loro capacità di affrontare la vita come un’avventura. Le otto storielle sono raccolte in un cofanetto pronto per essere utilizzato nelle classi delle scuole primarie e secondarie, facilitando una lettura coinvolgente per tutti gli alunni.

Eroi ed Eroine

I.N.O.S.S.I.D.Abili trasforma la disabilità in storie fantastiche. I protagonisti sono proprio quei bambini che le favole e i fumetti di solito dimenticano. C’è Adriano, che utilizza il suo arto artificiale per sventare una rapina; SuperDis, il super eroe che dovrebbe aiutare le persone disabili ma, affetto da un mal di schiena cronico, spesso è costretto a ricevere aiuto da tutti; Tazio, un ragazzo sordomuto che, per puro caso, assiste ad concerto di Ligabue … insomma 8 storie ed un solo scopo … riconoscere l’abilità in tutti i bambini. La lettura in classe delle storie di I.N.O.S.S.I.D.Abili darà lo spunto ai docenti di parlare di disagio, di difficoltà motorie o mentali, di tutti quegli aspetti che risultano presenti nel concetto di “integrazione” ma, e questa è l’originalità della proposta, con leggerezza, con un sorriso, arrivando così più in profondità … perché sulla scia di un’emozione si riesce a toccare il cuore dei ragazzi.

Ironia

Laurence Stern diceva che “Ogni cosa a questo mondo è pregna di umorismo e ha in sé spirito, e qualche insegnamento del pari, se solo riusciamo a scoprirli”

In I.N.O.S.S.I.D.Abili la disabilità è anche motivo d’ironia, infatti nulla è più lontano dal vero dell’idea che, fra disabili, non si rida. L’umorismo e l’ironia sono radicati nel linguaggio e nel comportamento delle persone disabili alla stessa maniera di quelle normodotate e costituiscono un denominatore comune fra i ragazzi di tutto il mondo.

I.N.O.S.S.I.D.Abili si prefigge di dimostrare che gli eroi e i protagonisti delle storie per ragazzi possono essere anche persone con problemi fisici o mentali. Si sono fatti in questi anni tanti passi avanti: si è capito che l’integrazione oltre che necessaria è anche ricchezza per tutti e soprattutto non capita più di sentir “ridere di” … ora dobbiamo imparare a “ridere con”. Perché l’umorismo rappresenta uno strumento straordinario, finora ritenuto inaccostabile al mondo dell’handicap, per raggiungere le persone, sensibilizzarle sul problema della “diversità” e sovvertire una volta per sempre l’idea che i “normali” devono saper accogliere i “diversi”: noi riteniamo che il mondo sia di tutti ed è per questo che abbiamo pensato di poterci rivolgere a tutti i bambini.

Staff di Progetto

Attilio Marangon lavora come attore/autore nel Laboratorio Teatrale “Piero Gabrielli” di Roma, voluto e sostenuto dal Teatro di Roma, dall’Assessorato alle Politiche Sociali e dal Provveditorato agli Studi.

Eva Pollio è scenografa, scultrice e pittrice. Per anni è stata l’assistente di fiducia di Lele Luzzati nelle produzioni del Teatro della Tosse e in molteplici altri allestimenti.

Lina Piccione è presidente di Polyan Associazione Culturale Onlus. Dal primo momento, ha fortemente creduto in questo progetto che oggi, dopo 5 anni, è una realtà. Le otto storielle in rima faranno sorridere e giocare, riflettere e parlare, dando voce e corpo a chi di solito si tende a dimenticare. I.N.O.S.S.I.D.Abili è dedicato a Lele Luzzati.

La distribuzione del kit I.N.O.S.S.I.D.Abili è in forma GRATUITA, sostenuta da sponsor locali che potranno, con il loro contributo, supportare questa nobile iniziativa dedicata a tutti i bambini.

Gli artisti e le atmosfere

Attilio Marangon ed Eva Pollio hanno pensato di far vivere nelle loro storie personaggi e situazioni simpatiche e brillanti. La morale di ogni storia capovolge i pregiudizi: i protagonisti sono “diversamente abili” e hanno la meglio su chi è “normodotato”.

Mariù, la cassiera nana, scopre di piacere molto al suo cliente “preferito”; Lucia riesce ad entrare alla Scala per vedere “La Turandot” grazie ad un piccolo trucchetto; La signora in carrozzella si sente sola e grazie ad uno stratagemma riesce a trascorrere qualche ora in compagnia di un giovane baldanzoso, e poi c’è la storia di un Signore non vedente, alle cui parole non viene dato credito da parte di un’arrogante signora, che … scoprite come finisce questa storiella!

Le atmosfere di queste otto storie sono liete e spensierate, la narrazione è fluida, ritmata dal testo in versi e dalle immagini che ricordano lo stile di Lele Luzzati. Benché la morale ci sia e, anzi non mancherà mai, il sorriso ed il lieto fine sono garantiti. Sia i bambini che gli adulti saranno dalla parte dei protagonisti “diversamente abili” … anzi dalla parte degli I.N.O.S.S.I.D.Abili.

Gli I.N.O.S.S.I.D.Abili sono partiti da Matera Capitale della cultura 2019

Matera, Capitale della Cultura 2019, ha approvato il progetto I.N.O.S.S.I.D.Abili: Il 1° Ottobre 2016 le istituzioni del comune di Matera hanno dato comunicazione, in conferenza stampa, che le Scuole Primarie SEMERIA sarebbero divenute pilota del progetto I.N.O.S.S.I.D.Abili in Italia.

Visualizza il Comunicato Stampa del Comune di Matera

Evento a Matera

Introduzione dell’addetta stampa del Comune di Matera

Intervista con i giornalisti di tv e quotidiani locali

La consegna del Kit al preside Dott. Gerardo Desiante delle Scuole Semeria

Evento in Puglia

Gli I.N.O.S.S.I.D.Abili nelle scuole di Genova

 

Parte dalla Liguria il programma didattico sull'integrazione al diversamente abile per la lotta al bullismo.
Continua nelle scuole di Genova Levante il percorso degli I.N.O.S.S.I.D.Abili sulla lotta al bullismo.
Foto della presentazione e distribuzione dei Kit DVD avvenuto nella Villa dei Conti D'Albertis di Genova Quarto.
Si ringrazia la Contessa D'Albertis e la Welcome Ricevimenti per l'accoglienza.
Genova, 27 Settembre 2019.

 

Partecipa anche tu a questo progetto

Ogni aiuto è importante, fai una donazione


C/C numero: 001432 ASSOCIAZIONE POLYAN ONLUS

Codice SWIFT: BAPPIT21R47

Codice Iban: IT95 W 05034 01407 000000001432